Ignora collegamenti di navigazione

Mobilità 2018-2019, primo incontro al Miur

 
Sì è svolto nel pomeriggio di oggi (28 novembre 2017) il primo incontro tra il Miur e le organizzazioni sindacali riguardante la trattativa sulla mobilità 2018-19. 
L’incontro si è svolto alla presenza del Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione, dott.ssa Rosa De Pasquale, della dott.ssa Novelli, del dott. Ponticelli e del dott. Molitierno.

La dott.ssa De Pasquale ha comunicato che è intenzione della Ministra proporre alle OO.SS. una proroga di un anno del CCNI sulla mobilità, sottoscritto da Amministrazione, Cgil, Cisl, Uil e Snals poiché non ci sono i tempi per un nuovo contratto a fronte della necessaria apertura del nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro.
Ha poi aggiunto che all´interno del nuovo CCNL sarà possibile trattare nuove regole sulla mobilità anche se, ha ricordato, questo non potrebbe essere difforme dalle indicazioni date dalla Legge 107/15.

Alcune sigle sindacali firmatarie del CCNI dello scorso anno hanno cercato di proporre piccole modifiche sui punti che hanno dimostrato malfunzionamenti (si pensi all’applicazione errata dell’algoritmo per l’assegnazione dei perdenti posto, al problema delle quote stabilite per la mobilità nei licei musicali, al passaggio di cattedra degli educatori, ecc.). 

La dott.ssa Novelli ha ribadito che si possono operare miglioramenti solo nella parte applicativa del contratto, nell’ordinanza, ma non è possibile invece riformulare il contenuto del CCNI poiché si aprirebbe una nuova sequenza contrattuale sulla mobilità con tempi lunghi ed esito incerto. In particolare ha dichiarato l’indisponibilità dell´Amministrazione a rivedere le quote stabilite dalla legge per le immissioni in ruolo e la mobilità.

La delegazione della FGU/Snadir ha ricordato al tavolo la mancata sottoscrizione del CCNI dello scorso anno perché ritiene inaccettabili i passaggi relativi alla chiamata diretta, all’assenza della fase comunale nei trasferimenti e alla restrizione operata nella scelta delle scuole. La delegazione Federazione Gilda-Unams conferma pertanto il suo disaccordo sui contenuti citati del CCNI.

L´Amministrazione, che confidava in una rapidissima conclusione dell’accordo in serata, ha accettato di fissare un nuovo incontro per lunedì 4 dicembre dopo aver preso visione delle eventuali proposte di modifica dell’ordinanza ministeriale fatte dalle organizzazioni sindacali.
 
 
Fgu/Snadir - Professione i.r. - 28 novembre 2017, h.22,25