Privacy Policy
Ignora collegamenti di navigazione

Il Miur proroga i termini per l’inserimento dei dati relativi all’organico di diritto dei docenti di religione per l'a.s. 2018/2019

  
 
Il Miur con l’Avviso al SIDI ha comunicato che è stata disposta per le istituzioni scolastiche una proroga - fino a sabato 19 maggio 2018 - delle funzioni per l'inserimento dei dati relativi all'organico dei docenti di religione cattolica per l’anno scolastico 2015/2016.
 
Successivamente fino al  28 maggio 2018, le funzioni saranno disponibili agli Uffici territorialmente competenti per le opportune verifiche.
 
Come abbiamo già evidenziato nella nostra precedente informativa, al fine di evitare che la rilevazione dell’organico non funzioni adeguatamente, invitiamo tutti i docenti di religione (di ruolo e non di ruolo) a farsi parte diligente presso la propria istituzione scolastica per assicurarsi della corretta trasmissione al sistema informatico delle cattedre di diritto per l’insegnamento della religione relative al prossimo anno scolastico.
 
Tale rilevazione rappresenta un momento importante sia per i docenti di religione di ruolo che per gli incaricati annuali: nell’organico, infatti, sono comprese il 100 % delle cattedre, sia le cattedre ricadenti nel 70% che quelle ricadenti nel 30%.
 
Ricordiamo che la mancata o erronea acquisizione delle esigenze orarie delle scuole ha come effetto una non corretta determinazione dell’organico, con le conseguenti negative ripercussioni sulle operazioni di mobilità e sulla nomina degli incaricati annuali (non risultando le ore il sistema informatico del Miur non permetterà immediatamente la stipula dei contratti a tempo determinato).
 
Ogni docente di religione, quindi, potrà verificare l’esattezza delle ore di religione inserite, chiedendo al personale di segreteria di poter visionare i dati immessi nel sistema intranet del Miur e di averne eventualmente copia. 
 
La Redazione
 
 
N.B.: nel caso la segreteria del proprio istituto dovesse rifiutarsi di procedere a tale incombenza, magari adducendo come motivazione il fatto di "non essere stata informata" in proposito (ricordiamo che la suddetta nota del Miur è sempre disponibile nella rete intranet, alla quale tutte le scuole devono collegarsi per conoscere ogni disposizione del ministero!), suggeriamo di presentare una formale richiesta da fare regolarmente protocollare e di cui si allega lo schema.
 
Snadir - Professione i.r. – 15 maggio 2018